Associazione Marittimi per il futuro. Dibatto pubblico a Torre del Greco sul comparto Marittimo

 Si è svolta ieri presso la sala convegni della Santissima Trinità dell'Annunziata,  un dibattito pubblico sul comparto marittimo, dove i protagonisti erano proprio i lavoratori marittimi, con le loro problematiche e le loro sofferenze. Un dibattito organizzato dall'Associazione Marittimi per il futuro, associazione di Torre del Greco che conta piu' di tremila e cinquecento iscritti e che da circa quattro anni dalla sua fondazione cerca di dare voce al popolo marittimo italiano.
Una sala forse troppo piccola per accogliere i tantissimi marittimi presenti, che hanno voluto con la loro presenza testimoniare il disagio di chi è  costretto a vivere con un lavoro, che ogni giorno diventa sempre piu’ precario e saltuario,  e con un futuro che ad oggi, non promette nulla di positivo.
Al dibattito erano presenti le organizzazioni sindacali autonome  della Federmar Cisal nelle persone del Segretario Generale Alessandro Pico e Segretario Regionale Giovanni Brancaccio.  Il coordinatore Nazionale del sindacato Usb Ignazio De Rosa, il commissario straordinario dell’Orsa Marittimi Francesco Montano e il Comandante Corradini Nicola dell’Associazione Comandanti e Direttori di Macchina Uslac Uncidim.  Non erano presenti, nonostante gli inviti fatti dall’Associazione, i sindacati confederali e il sindacato Ugl Mare. Per il comune di Torre del Greco, c’era il sindaco Giovanni Palomba e il capo di gabinetto Ascione Alfonso. Assente ritenuto ingiustificato il sindaco di Ercolano Ciro Bonajuto, dove è stato duramente  criticato durante l’assemblea  dal presidente dell’Associazione Vincenzo Accardo per il suo disinteresse verso la categoria dei marittimi della sua città.
Tante sono state  problematiche poste  all’interno dell’ Assemblea e dove tutti hanno esposto il loro pensiero sul lavoro marittimo e su quello che si puo’ ancora fare per cercare di dare un futuro e una speranza ai tantissimi lavoratori.

Le foto e gli articoli presenti su "Torre d'amare" sono stati in parte presi da internet, e quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione

Per contatti con la nostra Redazione  torredamare@virgilio.it